1. Home
  2. News & Eventi
  3. Il programma di Accompagnamento Chirurgico compie un anno e si evolve!

E’ passato ormai un anno dal giorno in cui la Fondazione ha inaugurato un nuovo programma di visite, l’Accompagnamento Chirurgico, presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano. A giugno 2016 la Fondazione ha deciso di formare 6 nuovi Dottor Sogni in grado di affiancare i colleghi Senior.

 

E’ passato ormai un anno dal 1 luglio 2015, giorno in cui la Fondazione ha inaugurato un nuovo programma di visite, l’Accompagnamento Chirurgico, presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano in cui i Dottor Sogni lavorano sin dal 2000. I reparti che beneficiano di questo programma sono: Chirurgia Pediatrica, Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva Pediatrica.


L’accompagnamento chirurgico è dinamico, lavori sempre in una ”zona rischio” nel massimo della tensione, non solo del bambino, ma anche dell’intero nucleo familiare nonché del personale medico infermieristico. Siamo presenti durante l’intero percorso operatorio, dall’arrivo in ospedale alla preparazione. Affianchiamo i bambini nel tragitto in barella dal reparto alla sala operatoria e ci prendiamo cura dei genitori dopo l’entrata dei loro figli nel blocco chirurgico, momento delicato e difficile per gli adulti. Alla fine ci ritroviamo ancora insieme al risveglio dall’anestesia per un ultimo saluto. Si creano forti vincoli non solo con il bambino, ma anche con la famiglia.
Questo programma è coinvolgente, intimo, a volte difficile, sempre delicato. Bisogna essere portati all’ascolto, un pò equilibristi e  lavorare con molto tatto per non essere invadenti, ma accoglienti
.Dottoressa Bonsai

Dopo un anno di lavoro intenso, la Fondazione ha formato, nel mese di giugno 2016, 6 Dottor Sogni in grado di affiancare la Dottoressa Bonsai, la Dottoressa Peppa e il Dottor Strettoscopio che, durante l’anno 2015, si sono occupati interamente del nuovo programma di visita.
Il percorso formativo studiato per i candidati, è stato articolato in due parti una pratica e una teorica.
La sessione pratica si è svolta presso l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano e ha previsto due momenti formativi. Inizialmente i Dottor Sogni hanno osservato i formatori al lavoro e poi successivamente sono stati osservati in modo da potersi scambiare esperienze, sensazioni e consigli su come instaurare al meglio un contatto con i bambini in attesa di essere operati e con le loro famiglie.
La parte teorica ha previsto invece degli incontri di confronto e di approfondimento su temi di igene, fasi dell’accompagnamento, modalità del lavoro e aspetti emotivi.

Il Dottor Soap Opera racconta così i suoi primi giorni di formazione: “Una mattina ho percepito intensamente la fragilità dei genitori di un bimbo mentre entrava in sala operatoria. Il loro pianto, specialmente quello della madre, mi ha toccato molto. In quello stesso momento mi sono ‘scoperto’ anch’io con le lacrime agli occhi...
Mi ha riempito il cuore e ho sentito la forza del nostro lavoro quando la mia collega ha fatto sorridere un bambino che poco prima urlava dalla paura (non era ancora entrato in sala operatoria)