1. Home
  2. News & Eventi
  3. In diretta dai reparti: Dottor Nasello

"All’ospedale puoi trovare tutto: vita, morte, e qualcuno che crede anche ai miracoli. E noi siamo lì, nel mezzo, come api che portano in giro il polline da un fiore all’altro. E i fiori sono i bambini, le mamme, le nonne e i papà!" Dottor Nasello

"Vogliamo spiegarvi chi siamo perché spesso ci domandano…
Ma siete dottori veri? Siete dei volontari? Siete dei Pagliacci!?
No! Noi siamo dei dottori Sogni!
E al mattino, mettiamo nella nostra valigia da dottore tutte le cose pulite
che ci servono per fare la visita in Ospedale. Ma non tutte le mattine sono uguali.
Le giornate sono come gli incontri: tutti diversi.
Arriviamo all'Ospedale ed entriamo nello spogliatoio: e ci cambiamo, per restare noi stessi
Non abbiamo un copione. Non entriamo pensando a delle battute
Però io vorrei dire la mia sui cellulari! Istituiamo la giornata mondiale:
meno messaggi e più massaggi!
Un bel respiro… e poi… entriamo nel reparto! Ogni camera è diversa dall’altra
Coi nostri colori possiamo apparecchiare ogni volta una diversa… tavolozza!
All’ospedale puoi trovare tutto: vita, morte, e qualcuno che crede anche ai miracoli.
E noi siamo lì, nel mezzo, come api che portano in giro il polline da un fiore all’altro
E i fiori sono i bambini, le mamme, le nonne e i papà!

E il polline gira nell’aria e diventa un colore, un gioco, una storia…
Noi siamo lì… non solo per far ridere i bambini ma per sorridere con loro
E quando ci riusciamo… siamo contenti
Poi a volte, improvvisamente, si sta in silenzio, così… anche un attimo…
Può essere che non sai cosa dire. O che ti sei fermato ad ascoltare le emozioni che escono…
E noi, cerchiamo di giocarci, con le emozioni, ma seriamente
E qualche emozione ti rimane addosso…
Allora ti viene quasi naturale dopo… contraccambiare: un bacio, un abbraccio…
è la cura che possiamo dare noi… fare le cose con cura…
Prenderci cura di ogni persona… credere nella buona sorte
Credere nella forza di ognuno, come un passamano, come una potente medicina…
e anche un sorriso... ti fa sentire più forte."
Dottor Nasello